L’ articolo qui citato si basa sul presupposto che gli individui più suscettibili, non siano semplicemente più vulnerabili alle avversità, ma più generalmente “evolutivamente plastici” o malleabili”. E presenta di questo dimostrazioni empiriche che evidenziano come molti di coloro considerati esageratamente permeabili di fronte ad esperienze e fenomeni negativi possano verosimilmente trarre beneficio dalle persone di sostegno e piene di risorse.                                                                                       Di Michael Pluess, Jay Belsky

Articolo originale:   Psychological Bulletin © 2012 American Psychological Association 2013, Vol. 139, No. 4

Sensibilità come vantaggio

Gentilmente segnalatoci per mail, condividiamo questo bellissimo video davvero esplicativo e significativo emesso dalla tv spagnola. Nonostante la lingua si capisce piuttosto bene, e i contenuti sono fondamentali:

E' un tratto che si riconosce da un differente funzionamento cerebrale, ha quindi una componente genetica e caratteristiche riconoscibili fin da bambini, e determina importanti particolari funzioni sociali e alcune difficoltà date dall'esigenza spesso di difendersi dallo stress.

http://www.rtve.es/alacarta/videos/cronicas/cronicas-sensibilidad-trasluz/3017002/

Siamo lieti di diffondere una delle prossime iniziative, proposta da persone interessate fuori Bologna, in questo caso di Genova. Invitiamo chiunque fosse interessato a partecipare e a diffondere l'iniziativa. Presto organizzeremo altre occasioni in altre città, se qualcuno è interessato a proporci la sua può contattarci via mail. Vi aspettiamo!

seminario Genova hsp

Le persone particolarmente sensibili sono state etichettate in tantissimi modi. Le hanno definite fragili, troppo emotive o eccessivamente drammatiche. Ma una persona sensibile non è solo lacrime e sentimenti contrastanti.
Chi ha una personalità empatica è geneticamente predisposto ad agire in un certo modo ed ha un approccio completamente diverso all'ambiente circostante. E non è detto che sia un male.

Ecco una lista di motivi che spiega perché queste persone si comportano diversamente da quelle più “insensibili”.

https://www.google.com/url?q=http://www.huffingtonpost.it/2015/06/12/perche-persone-sensibili-interagiscono-diversamente_n_7569812.html&sa=U&ved=0CAUQFjAAahUKEwiYxb7Z24zGAhVEWxQKHVtKAJg&client=internal-uds-cse&usg=AFQjCNGK2PyjWq6YithRZgNQiQuCX9p9Ig

 

Nei giorni 12 e 13 maggio 2015 si è svolto a Bruxelles il Primo Convegno Internazionale sull'Alta Sensibilità, che ha visto partecipi i principali ricercatori del campo, compresa Elaine Aron. Con piacere condividiamo un articolo pubblicato da "La Stampa" in cui citano l'evento e introducono l'argomento ufficialmente su un media Italiano.

http ://www.lastampa.it/2015/05/20/societa/piangi-spesso-capisci-meglio-il-mondo-26oiqKTmwBmY6E0nNTxIpO/pagina.html