Cerca di accettarti così come sei


amore_aaaCerca di accettarti così come sei.
Non cambiare per piacere agli altri.
Chi ti ama accarezzerà le tue insicurezze.
Chi vorrà starti accanto si accoccolerà alle pieghe della tua anima.
Sii te stesso sempre.
Fatti un dono vero, resta come sei!
Alda Merini

Citando Elaine Aron:

La prima strategia è ACCETTARE questo tratto. Non dobbiamo imparare a vivere come il restante 80%. Dobbiamo accettare i momenti «down» e la necessità di trovare strategie per ricaricarci. Ma soprattutto tengo a sottolineare che la principale strategia è imparare a DIRE NO.

E prosegue Rolf Sellin:

Accettare qualcosa non significa sforzarsi di metterla in atto ma semplicemente permettere che quel qualcosa accada. Chi ci riesce sperimenta un profondo senso di pace, sicurezza e sollievo ad ogni livello vitale.

Persone Altamente Sensibili – HSP Italia

La giusta distanza

Il dilemma del porcospino

Il filosofo Arthur Schopenhauer riflette sulla difficoltà del vivere in gruppo e di mantenere la giusta distanza nei rapporti con le persone per non ferirsi l’un l’altro.

“Una compagnia di porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono il dolore delle spine reciproche; il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di scaldarsi li portò di nuovo a stare insieme, si ripeté quell’altro malanno; di modo che venivano sballottati avanti e indietro tra due mali: il freddo e il dolore. Tutto questo durò finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione”.

(Arthur Schopenhauer – ‘Parerga e Paralipomena’)

Per le persone altamente sensibili questa necessità assume sfumature particolari: nel contempo convivono una maggiore tendenza ad avvicinarsi ai bisogni dell’altro, rischiando di pungersi molto più spesso, e una conseguente vitale necessità di allontanarsi, per riprendere spazio. Nell’empasse costante tra “troppo vicino” e “troppo lontano”, l’ipersensibile alterna momenti di profonda empatia, condivisione, intimità, ad altri di espulsione, distanza, fuga. Solo nel momento in cui l’ipersensibile si renda davvero consapevole dei propri limiti e dei propri confini in senso psico-corporeo, potrà davvero cercare e trovare la “giusta distanza” che gli permetta di essere abbastanza vicini da sentirsi “con” l’altro, ma abbastanza lontani da non sentirlo “contro”.

Persone Altamente Sensibili – HSP Italia

Ringraziamenti

Persone Altamente Sensibili – HSP Italia, la dott.ssa Lupo e i suoi collaboratori ringraziano tutti i partecipanti agli svariati seminari in giro per le città. Ringraziamo per la calorosa accoglienza Bologna, Genova, Torino, Roma e Milano. Abbiamo incontrato con grande piacere 118 persone in questa prima parte del nostro lungo viaggio. Ci portiamo nel cuore il vostro entusiasmo e il vostro sostegno, commossi dalla rete che tutti insieme stiamo riuscendo a costruire, e di cui ci ringrazia anche la dott.ssa Aron in persona.

Un caro saluto.. che sia un arrivederci!

Seminario Torino

Le persone altamente sensibili sono quelle che percepiscono i dettagli dell'ambiente in modo più profondo e intenso, soprattutto quelli di tipo emotivo e relazionale. Sono abili osservatori, profondamente empatici e molto creativi.